Guida Cefalonia

Guida Cefalonia ☆☆☆☆☆ 0
5 1

Ho un biglietto prenotato. Cosa devo fare?

Devi recarti con il tuo biglietto stampato precedentemente o voucher NetFerry presso l’agenzia della compagnia con la quale hai prenotato, in genere sono tutte vicino al porto, per espletare le procedure di check-in. Ricordiamo che il check-in va fatto entro due ore dalla partenza della nave.

Come mi muovo a Cefalonia

A Cefalonia puoi muoverti in auto o in motorino. Se non hai la tua auto ne devi noleggiare una sul posto. Quasi ovunque potrai scegliere il mezzo migliore al miglior prezzo, anche se per le autovetture è consigliabile prenotare prima. Da non perdere un giro in barca tra le spiagge più isolate, in tour organizzati ma anche noleggiando una piccola imbarcazione. Ci sono mezzi pubblici, ma raggiungono solo le principali località turistiche dell’isola.

Cosa c’è da fare a Cefalonia?

Cefalonia è per estensione la quinta più grande isola della Ionie è dotata di un aeroporto internazionale e agevola i voli, soprattutto charter, da molti paesi. Cefalonia ha dodici villaggi con più di 500 residenti più molti piccoli villaggi. La capitale dell’isola è Argostoli, anche centro amministrativo, finanziario e culturale.
La maggior parte dei paesi di Cefalonia sono stati molto colpiti da un forte terremoto nel 1953, che distrusse molte case ed edifici pubblici. L’unico paese che non venne toccato dal terremoto è stato Fiskardo, sul lato nord dell’isola, e che si distingue per le mura colorate e il pittoresco porto. Da vedere come prima cosa su questa magnifica isola la caverna Drogarati ed il lago sotterraneo Melissani, il monastero di Agios Gerasimos, il pittoresco villaggio Fiskardo e lo stupefacente panorama della baia di Myrtos. Ti consigliamo anche di visitare il castello veneziano di Cefalonia, il monastero delle suore di Agios Andreas, i luoghi di produzione dei vini Robola e Calliga, la targa di Lord Byron con la sua meravigliosa vista panoramica, come pure il villaggio di Kourkomelata, perfettamente ricostruito com’era prima del terremoto. Ad Argostoli c’è un museo archeologico, così come un museo del folklore. Appena fuori Argostoli c’è Katavothres dove l’acqua sparisce sotto terra, ed esce dal lato opposto dell’isola. Nel bel villaggio di Assos potete visitare una cittadella veneziana e pranzare piacevolmente al piccolo porto. A Skala ci sono i resti di una villa romana con un bel pavimento in mosaico. Dall’isola ci sono escursioni giornaliere alle isole vicine: Itaca, Lefkada, Zante ed all’antica Olympia nel Peloponneso. La chiesa di Theotokos (Maria Vergine) si trova nel villaggio di Domata, a sud-est di Argostoli. Vi si conserva all’interno la bara in cui G. Sklavos trasferì le reliquie del patriarca Gregorio V da Odessus. Nella chiesa si può inoltre ammirare un sostegno per icone finemente intagliato in legno. Il monastero di Panagia Atrou è situato a pochi chilometri dal porto di Poros, su un pendio verdeggiante (a 500 m. di altitudine). È il più antico monastero dell’isola, costruito prima del 1.264 DC. Lo scenario è di una bellezza unica e la vista è affascinante.
Le rovine dell’antica Krani sono situate sulla riva della laguna di Koutavos, di fronte ad Argostoli, in una zona verdeggiante e ricca di acque correnti.
Gli scavi hanno portato alla luce rovine di edifici, mura ed un tempio dorico dedicato alla dea Demetra, reperti che risalgono al sesto e settimo secolo A.C. Parte dei reperti ritrovati qui sono oggi esposti nel Museo Archeologico di Argostoli. Krani era una delle quattro città più importanti dell’isola in epoca micenea, come hanno testimoniato Tucidide ed Erodoto. Potete praticare gli sport acquatici in molte spiagge, per esempio a Makrys Gialos, Platys Gialos e a Skala. A Skala c’è anche la possibilità di praticare equitazione. Appena fuori Argostoli c’è una pista di go-kart ed in città c’è una pista in cui i bambini possono condurre mini automobili e motociclette. C’è anche un cinematografo all’aperto appena fuori dalla piazza principale. Ad Agia Efimia c’è una scuola di immersione subacquea.
Due delle migliori spiagge di sabbia le trovate a Lassi, si chiamano Makrys Gialos e Platys Gialos. Sono adatte ai bambini, ma possono essere molto affollate durante l’alta stagione. Myrtos è probabilmente la spiaggia più fotografata della Grecia, ma la strada per arrivarci è così ripida e tortuosa che nessun bus può arrivarci, così dovrete camminare o affittare un veicolo per raggiungerla. A Skala c’è un’altra lunga spiaggia di sabbia. A Fiskardo dovrete entrare nel mare dalle rocce, ma l’acqua è limpida come il cristallo. Petanias è un’altra spiaggia di ciottoli molto piacevole. Se potete, dovreste anche provare ad andare alla paradisiaca spiaggia di Antisami, che è fuori Sami, ma raggiungibile solo con mezzo proprio. La maggior parte dei club e bar di Cefalonia sono intorno e dentro Argostoli. Ci sono anche posti a Sami, a Lixouri, a Skala, a Poros e a Fiscardo, ma non sono frequentati come quelli di Argostoli. Cefalonia non è un’isola festaiola, ma la vita notturna è comunque abbastanza vivace. Di solito ci sono anche dei bei beach-party organizzati sulle spiagge.
C’è un’ampia varietà sia di ristoranti locali che internazionali. Applicate la regola “mangiare dove mangiano i Greci”, valida qui come sulle altre isole. Da non perdere la gustosa torta di carne, a base di ingredienti freschi e genuini. E poi il brasato di coniglio con salsa all’aglio, o Aliada come viene chiamata sull’isola. La cucina casalinga comprende il delizioso Tiganopsoma e la nota riganada a base di pane intinto in olio, origano, sale e pomodoro. Famosi anche i torroni di Cefalonia, pastokydona, mandorle e pastelia.
Tanti i posti dove mangiare all’aperto, carne scelta, pesce fresco, torte di Cefalonia, bere il “Lagoto” e il “Robola”, entrambi vini di alta qualità da gustare.
La via dello shopping ad Argostoli si chiama Lithostratos, vi troverete l’ufficio postale, la banca ed anche alcuni caffè. Ti consigliamo di provare o anche comprare i prodotti locali come i vini Robola o Calliga e il miele di Cefalonia, chiamato Miele d’Oro.

Valutazioni di Guida Cefalonia